“Cerco un centro di gravità permanente che non mi faccia mai cambiare idea sulle cose e sulla gente ”. Canticchiando il ritornello di questa canzone di Battiato notavo come tante volte quello che ci frena e non ci fa cambiare, è il sentirsi soddisfatti.

Quanti si sentono dei bravi cristiani perché non mancano mai la domenica in chiesa, partecipano alle diverse riunioni e, perché no, danno anche l’euro al finto musicista della metro o al lavavetri del semaforo? Tutte azioni onorevoli – per carità!

Se è così che ti senti, con la coscienza a posto, ti descrivo il tuo stato: sei tiepido! E ti dico cosa dovresti fare: preoccuparti! Preoccupati di essere un cristiano mediocre perché Dio stesso vomita i tiepidi. Per forza: un cristiano tiepido non è un cristiano, ma solo una contraddizione in termini!

Se dunque siete stati risuscitati con Cristo, cercate le cose di lassù dove Cristo è seduto alla destra di Dio.  Aspirate alle cose di lassù, non a quelle che sono sulla terra.”(Colossesi 3:1-2).

Non accontentarti di dove sei. C’è molto di più. Per raggiungere il sovrannaturale però, devi prima ammettere che sei nel naturale, e allora: stacca i piedi da terra e inizia a volare!

OBIETTIVO DI PREGHIERA:
In questi giorni di digiuno ripercorri il tuo rapporto con Dio. Fai attenzione ai tuoi “alti” e cerca di capire cosa ti ha frenato nella tua gara, cosa ha causato i tuoi “bassi”. Leggi questi versi e prega per avere più passione per Dio!

Ma non faccio nessun conto della mia vita, come se mi fosse preziosa, pur di condurre a termine la mia corsa e il servizio affidatomi dal Signore Gesù, cioè di testimoniare del vangelo della grazia di Dio.” – Atti 20:24

Quanto allo zelo, non siate pigri; siate ferventi nello spirito, servite il Signore.” – Romani 12:11

Guendalina Giglio Moro