Hai mai provato a stare a testa in giù per più di tre minuti? La sensazione potrebbe non piacerti affatto. Il nostro mondo gira proprio come deve girare! Certe volte, però, ci sforziamo in tutti i modi di farlo andare dalla parte opposta perché l’ignoto e l’impossibile diventano per noi il rifugio da una vita che ci annoia e preoccupa. Siamo spinti a pensare che quello che non conosciamo, quello che non viviamo, quello che potremmo fare, avere, costruire, sia sempre meglio di quello che abbiamo, facciamo, siamo! È il tempo di smettere di giocare al gioco del “se fosse”. Se fossimo sulla luna peseremmo ZERO e potremmo volare ma siamo sulla terra, non abbiamo le ali, ma il cuore!

“L’altezza del cielo, la profondità della terra e il cuore dei re non si possono investigare.” Salmo 25:3

All’interno del nostro pianeta la gravità decresce in maniera proporzionale alla distanza dal centro, dove è nulla. L’altezza è poca cosa senza la profondità. Il nostro cuore è fatto per contenerle entrambe. Metti radici in basso per portare frutto in alto, cioè non sarà il paradiso a renderti perfetto, ma la santificazione su questa terra.

OBIETTIVO DI PREGHIERA:
Hai oggi l’opportunità di ringraziare Dio per la tua vita, dimentica per un attimo cosa vorresti e concentrati con un cuore grato su ciò che hai. Chiedi a Dio di inculcare profondamente nella tua mente la mentalità del cielo, per cominciare a vivere qui la Sua pienezza. Se ti senti insoddisfatto è il giorno giusto, prendi questo verso e decretalo per te:

“Metterò nuovamente la mia mano su di te, ti purificherò delle tue scorie come con la soda e rimuoverò tutto il tuo piombo.” Isaia 1:25

Il Suo carico e dolce e leggero (quindi non è un carico… se non di meraviglie).

Mariapaola Principale