“Quando pregate, non siate simili agli ipocriti che amano pregare stando ritti nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, per essere visti dagli uomini. In verità vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Tu invece, quando preghi, entra nella tua camera e, chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.”Matteo 6:5-6

Quante cose facciamo per gli altri, ma senza richiederne il merito? Gratuitamente. Solo ed esclusivamente per loro. Perché sono i figli del nostro Dio che amiamo e perché la Bibbia dice “ama il tuo prossimo come te stesso“.

E quante cose solo pensiamo di farle gratuitamente, ma poi facciamo capire all’altra persona cos’abbiamo fatto. Abbiamo sempre bisogno di un “grazie” o di un “bravo” da qualcuno. Siamo capaci di prenderci i complimenti solo ed esclusivamente da Dio?

La domanda è: chi vogliamo davvero rendere felice?

Quanti sacrifici puliti abbiamo dato a Dio? E’ ora di rifletterci. E di non fare i finti tonti.

La Bibbia parla chiaro in merito dicendo che se ricevi la ricompensa degli uomini, non l’avrai da Dio, perché sei già stato ricompensato. Ok, parliamo di ricompensa: beh sì, fa gola. Ma cosa c’è di più bello di sentire il cuore del tuo Papà felice quando fai una cosa solo per Lui, senza farla sapere a nessuno?

A questo dobbiamo arrivare: avere un cuore puro per Lui, che cerca il Suo parere come quello di nessun altro. E allora sì che avremo staccato i piedi da terra, perché a queste cose, qui sulla Terra, non siamo abituati.

OBIETTIVO DI PREGHIERA
Oggi esercitati nel sentire il cuore di Dio, e fatti guidare dallo Spirito Santo nel vedere il bisogno di qualcuno; e poi fatti dire cosa fare. Può essere grande o piccola, ma dettata dal cuore di Dio; e non pensare sia una sciocchezza. Ma fai quello che Lui ti dice, solo per Lui e fai che rimanga un segreto.

Silvia Altomare